Magazzini di stagionatura ad inversione di flusso

Fiore all’occhiello della Nostra impiantistica, nel settore del latte, è l’impianto di stagionatura “ad inversione di flusso”.

Questa tipologia di impianto garantisce l’omogeneità delle condizioni termoigrometriche in tutte le parti del magazzino. In particolar modo, temperatura ed umidità risultano essere omogenee sia in alto che in basso, questo per effetto della reversibilità del flusso dell’aria che si inverte in modo automatico in funzione del processo da effettuare.

A seconda della fase in atto (riscaldamento, o raffreddamento del magazzino), il flusso  dell’aria si dirige o dal basso verso l’alto, oppure dall’alto verso il basso. In condizioni “di stallo” per tempi troppo lunghi, viene attivata la funzione di miscelazione con brevi  funzionamenti forzati della ventilazione in entrambi i sensi.

L’aria immessa viene trattata in funzione delle esigenze impostate (raffreddata, riscaldata, umidificata, o deumidificata). Inoltre, viene utilizzata una quantità di aria nuova prelevata dall’esterno, In quantità regolabile, al fine di mantenere ossigenato l’ambiente. La gestione di tutte le funzioni è affidata ad un programmatore elettronico (PLC), che, per mezzo di sonde stabilisce quale funzione eseguire. Il cuore dell’impianto è la centrale di trattamento aria, che oltre alle sezioni trattamento dell’aria include un vano tecnico nel quale sono alloggiati l’unità di riscaldamento, il gruppo frigorifero, il gruppo di umidificazione e il quadro elettrico con il PLC di gestione dell’impianto.

I commenti sono disattivati